TuttoGare



Il valore del settore pubblico degli appalti è stimato in circa 1.429 miliardi di euro annui e rappresenta il 16 % del PIL dell’Unione Europea. Le procedure per l’aggiudicazione degli appalti pubblici sono operazioni complesse che richiedono un considerevole dispendio di tempo e di risorse. Un loro impiego inefficiente può causare, pertanto, forti perdite in termini di produttività.
La normativa nazionale e comunitaria favorisce l’uso degli strumenti informatici e telematici nell’ambito delle tradizionali procedure di gara, prevedendo l’istituzione di sistemi di approvvigionamento interamente gestiti mediante strumenti elettronici.

 

Per “electronic public procurement” s’intende, appunto, l’approvvigionamento di beni e servizi attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche e telematiche.
L’e-procurement è un elemento portante di un “sistema di e-government” e rappresenta uno dei temi emergenti nel processo di modernizzazione della pubblica amministrazione.

 

Gli obiettivi che l’adozione di tale modello consente di perseguire, sono i seguenti:

  • rendere le procedure di approvvigionamento più snelle e più rapide;
  • razionalizzare le procedure contrattuali ad evidenza pubblica;
  • aprire il mercato delle forniture ad una più ampia concorrenza;
  • garantire il pieno rispetto dei principi di trasparenza e di par condicio;
  • agevolare il monitoraggio della spesa pubblica;

 

Ancora, altri obiettivi sono:

  • rafforzare l’innovazione nell’attività e nell’organizzazione delle singole strutture amministrative;
  • migliorare l’uso delle risorse umane e strumentali;
  • accrescere l’efficacia dei servizi resi agli utenti interni ed esterni;
  • rafforzare la capacità competitiva delle piccole e medie imprese;
  • ridurre la spesa complessiva della pubblica amministrazione attraverso risparmi diretti e di processo.

 

L’impiego degli strumenti di e-procurement è disciplinato dalla normativa nazionale che ha recepito quella comunitaria (le direttive n. 17 e 18 del 2004 prevedono, tra l’altro, l’utilizzo di strumenti telematici a supporti delle procedure di gara, i sistemi dinamici d’acquisto e le aste elettroniche );

 

Il quadro normativo, considerevolmente arricchitosi negli ultimi tempi, sembra, dunque, aver raggiunto uno stadio di sviluppo tale da consentire la piena operatività delle modalità elettroniche di approvvigionamento, fermo restando, ovviamente, la necessità di applicare anche la normativa del nuovo codice dell’amministrazione digitale.

 

Lo Studio Amica, ha considerato favorevolmente la normativa in materia, ed ha realizzato un applicativo web-based per la gestione interamente telematica delle procedure di gara denominato TuttoGare: dalla redazione del bando all’aggiudicazione definitiva.

 

ELABORAZIONE GARA E PUBBLICAZIONE SUL WEB
Con il primo modulo, l’Ente e/o Stazione Unica Appaltante gestisce la redazione della gara e successiva  pubblicazione sul proprio sito Istituzionale del bando di gara e di tutti gli atti di gara. Il software realizzato, permette la gestione unitaria dei bandi di gara. L'Ente pubblica la gara completando dei campi proposti da dei form inserito da una procedura guidata. Compilati i form il software elabora il bando di gara e il disciplinare di gara. Terminata questa fase, la gara viene pubblicata sull'apposita sezione delle gare del portale internet dell'Ente.

 

GARE ON LINE
Questo modulo garantisce alle aziende una sensibile semplificazione nella partecipazione alla gara, riuscendo e velocizzare le varie fasi il tutto nel rispetto della normativa vigente e nella massima trasparenza e sicurezza.

 

Il software è stato sviluppato per offrire la gestione integrata delle diverse procedure di appalto: ristrette, negoziate, aperte, sia "al massimo ribasso" che "economicamente più vantaggiosa".

Le tipologie di prestazione gestite sono sia quelle di “lavori pubblici” che quelle di “servizi e forniture”.

      Il sistema copre ogni aspetto del procedimento di gara, garantendo:

  • eliminazione del cartaceo
  • efficientamento dei tempi e dei costi, sia per i partecipanti che per la PA
  • controlli puntuali su tempi e date del bando
  • trasparenza assoluta dei passaggi di gara
  • sicurezza dei dati con cripting dei documenti
  • comunicazioni automatiche via Posta Elettronica Certificata (PEC)
  • firma digitale, per sostituire la firma autografa
  • marca temporale, sostitutivo elettronico della data certa


Il sistema fungerà anche da archivio documentale delle gare, si occuperà quindi di gestire e di conservare tutti i documenti del procedimento.

 

 

ESPLETAMENTO ED AGGIUDICAZIONE DELLA GARA STESSA

Con questo modulo, l’Ente e/o Stazione Unica Appaltante, gestisce tutto l’iter della procedura di gara: dall’apertura delle buste di gara all'aggiudicazione definitiva. Nell’iter è gestita: l’apertura della documentazione amministrativa e verifica della stessa per ammettere o escludere le ditte partecipanti; l’apertura dell’eventuale busta tecnica per la valutazione del progetto e l’inserimento dei punteggi ottenuti da ciascuna ditta. Punteggi che possono derivare con il metodo del confronto a coppie oppure con il metodo alternativo; l’apertura dell’offerta economica e l’inserimento delle offerte. Dopo l’inserimento di tutte le informazioni, ditte escluse, punteggi tecnici, offerta economica, si procederà all’individuazione, in base alla tipologia di gara (offerta al maggior ribasso oppure offerta economicamente più vantaggiosa), della ditta provvisoriamente aggiudicataria. In modo automatico saranno elaborate le varie lettere di comunicazioni alle ditte, la stesura dei verbali di gara, la graduatoria definitiva con il dettaglio dei punteggi, ecc. . L’iter si conclude con l’inserimento delle informazioni relative alla chiusura della gara e quindi con l’aggiudicazione definitiva della stessa.

L’applicativo sviluppato prevede due tipologie di utenti: coloro che hanno la necessità di realizzare il bando di gara e coloro che prendono in carico la richiesta e procedono alla strutturazione dello stesso. Quest’ultimi sono gli operatori della Stazione Unica d’Appalto.